Trasformare un archivio analogico in un archivio digitale significa rendere digitali i documenti cartacei che lo compongono, pur sapendo che questi ultimi continueranno ad avere valenza come versione originale. L’archivio digitale infatti è una componente non esclusiva del sistema documentario e deve essere letto in maniera integrata nell’ambito di un sistema ibrido che include, oltre ai documenti informatici, anche quelli analogici e, quelli che prima erano i nessi fisici, devono trasformarsi in collegamenti logici.

Nel contesto storico attuale, i processi di digitalizzazione assumono un ruolo fondamentale nella gestione del lavoro, ottimizzando le pratiche quotidiane e garantendo un livello adeguato di fruibilità dei documenti. Archimedia è in grado di applicare le linee guida dell’AGID (Agenzia per l’Italia digitale) per la gestione digitale, partendo dallo studio di fattibilità utile per valutare lo stato della documentazione cartacea e per identificare una possibile organizzazione digitale adeguata che, non necessariamente, dovrà corrispondere a quella analogica.

Offriamo servizi di digitalizzazione fisica e di metadatazione e siamo in grado di utilizzare gestionali adibiti all’archiviazione sulla rete per valutare lo stato dell’archivio digitale ed esaminare la precisa corrispondenza tra documenti analogici e digitali. Offriamo il servizio di digitalizzazione anche su materiali storici, come ad esempio antiche mappe o carte, a scopo conservativo della documentazione o con l’importante finalità di divulgazione e valorizzazione del patrimonio culturale.

I tuoi documenti sono al sicuro con noi! Abbiamo ottenuto la Certificazione UNI EN ISO 27001 per il Sistema di Gestione per la Sicurezza delle Informazioni e soddisfiamo l’esigenza sempre più attuale da parte di enti pubblici, aziende e organizzazioni private, di proteggere dati sensibili e riservati da potenziali attacchi o da una divulgazione inappropriata.